Regione, 18 milioni di euro ai comuni "virtuosi"

Lo stabilisce il decreto firmato dall'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici. A guidare la graduatoria delle province è Messina con 108 località "premiate", seguono Palermo e Catania

PALERMO. Diciotto milioni di euro saranno divisi tra i Comuni della Sicilia come quota di premialità del Fondo regionale per le autonomie locali del 2009. Lo stabilisce il decreto firmato dall'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici. I 18,334 milioni di euro, che rappresentano una riserva del 2,5% delle risorse che ogni anno vengono assegnate agli enti locali, sono stati destinati proporzionalmente ai Comuni che, in maniera virtuosa, hanno messo in campo e attuato una serie di strategie dal punto di vista finanziario.    "Sono stati premiati, in particolare - spiega l'assessore Chinnici - quegli enti locali che, in base a sette parametri di riferimento, hanno dimostrato una maggiore propensione per la capacità di riscossione, gli investimenti, lo sforzo tariffario e fiscale, il programma di riscossione dei tributi.


Una premialità aggiuntiva di 700 mila euro è stata destinata, inoltre, a quei Comuni che hanno completato le pratiche di condono edilizio entro lo scorso 31 dicembre, mentre altri 1,8 milioni a favore degli enti locali nei quali è risultato positivo il parametro relativo ai flussi turistici". I Comuni che si sono rilevati più virtuosi sono soprattutto in provincia di Messina, con 6 enti locali ai primi nove posti. In testa alla graduatoria c'é San Vito Lo Capo (295 mila euro) in provincia di Trapani, seguita da Letojanni (232 mila) e San Pier Niceto (226 mila) nel messinese, Cefalù (202 mila) in provincia di Palermo, Giardini Naxos (201 mila) e Santa Marina Salina (179 mila) sempre in provincia di Messina.


Seguono Lampedusa e Linosa (166 mila) in provincia di Agrigento, Mazzarrà Sant'Andrea (156 mila) e Terme Vigliatore (155 mila) nel messinese e Campofelice di Roccella (149 mila) in provincia di Palermo. Mussomeli, in provincia di Caltanisetta e Ferla, nel siracusano, sono, invece, in coda alla classifica con zero euro.  Per quanto riguarda i 9 capoluoghi di provincia, il primo posto spetta a Siracusa (123 mila), seguita da Trapani (95 mila), Messina (63 mila), Palermo (61 mila) e Ragusa (55 mila). Chiudono Catania (24 mila), Caltanissetta (23 mila), Enna (20 mila) e Agrigento (9 mila).    A guidare la graduatoria delle province è Messina che, con 108 comuni "premiati", ottiene 5,729 milioni di euro. Seguono Palermo (4,671 mln), Catania (2,313 mln), Trapani (1,664 mln) e Agrigento (1,274 mln). Chiudono la classifica Siracusa (971 mila), Enna (739 mila), Caltanissetta (535 mila) e Ragusa (433 mila).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati