Palermo, altre due scuole occupate

Sono 14 adesso gli istituti che hanno scelto questa forma di protesta: si aggiungono il liceo classico Meli e l’Ipssar Cascino. Irruzione degli universitari nella mensa

PALERMO. Come roccaforti da espugnare, altri due istituti superiori palermitani sono stati occupati ieri mattina. E mentre impazzano incontri, cortei e sit-in, anche gli universitari di Lettere e filosofia continuano la loro marcia contro la riforma della pubblica istruzione firmata Gelmini.
UNIVERSITA’. Un’occupazione simbolica e qualche pasto gratis. Gli universitari della facoltà di Lettere e filosofia hanno fatto irruzione, nella tarda mattinata di ieri, nei locali della mensa Santi Romano di viale delle Scienze. Dopo avere sfilato lungo la strada principale della cittadella universitaria, un gruppo di oltre cento ragazzi ha occupato lo spazio.
ISTITUTI OCCUPATI. Dopo la co-gestione, l’autogestione e l’assemblea permanente, gli studenti del liceo classico Meli hanno votato per l’occupazione. Una scelta che era nell’aria dallo scorso sabato, a cui non hanno rinunciato neppure i ragazzi dell’Ipssar Cascino. Sale così a quattordici il numero degli istituti superiori occupati in città, con il classico Vittorio Emanuele II che si dichiara in occupazione bianca: la mattina si fa autogestione e la sera scuola aperta ai ragazzi.
La versione integrale dell'articolo sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati