Mafia e droga, otto condanne a Caltanissetta

Sentenza d’appello per imputati: avrebbero gestito, circa 20 anni fa, un vasto traffico di stupefacenti. Il processo è durato 14 anni

CALTANISSETTA. La corte d'appello di Caltanissetta ha condannato otto affiliati a Cosa nostra di Gela, imputati nel processo "Mucca drogata" e che avrebbero gestito, circa 20 anni fa, un vasto traffico di droga. Il processo - scaturito dalle maxi operazioni condotte dalla magistratura all'indomani della guerra di mafia a Gela e nel suo hinterland - è durato 14 anni: sull'attribuzione della competenza tra il tribunale di Gela e quello di Caltanissetta si rese necessaria la pronunzia della Cassazione. Il processo di primo grado davanti ai giudici nisseni giunse a sentenza nell'ottobre del 2008.    
La corte d'appello ha confermato la sentenza di primo grado a 13 anni e 4 mesi ciascuno per Giovanni Passaro, Luigi La Cognata, Vincenzo Minardi, Ettore Daniele Pace e Salvatore Terlati. Per altri tre imputati invece ha riconosciuto la continuazione con precedenti sentenze di condanna che si erano visti infliggere per fatti analoghi dalle corti d'appello di Milano e Torino: si tratta di Rocco Mendolia e Antonio Passaro, per i quali la corte ha rideterminato la pena finale a 14 anni e 10 mesi; 17 anni e 10 mesi sono stati inflitti a Rocco Passaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati