Zamparini: scendo in politica con un movimento

Il presidente del Palermo pensa a un nuovo progetto: “Lo farei perché sono preoccupato per questo Paese

PALERMO. Ha già in testa un nuovo progetto Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, che ha detto le  scorse settimane di aver intenzione di lasciare il calcio.  Proposito più volte annunciato e mai messo in atto. Ma a  stuzzicarlo adesso c'é anche la politica. "Vorrei scendere in campo - ha detto al settimanale Oggi -. Non per fondare un  partito, ma un movimento perché sono preoccupato per questo Paese. Mi immagino un'Italia confederale con aree forti come la  Sicilia dotate di un grande potere simile ai cantoni svizzeri o  agli stati membri degli Stati Uniti".     
Il parallelismo con Silvio Berlusconi, presidente del Milan,  é presto fatto, ma Zamparini non vuole paragoni. "Io sono un liberale, non sono più un sostenitore di Berlusconi - ha  spiegato -. Purtroppo Berlusconi non è più un liberale. Anche  Mussolini era socialista e direttore dell'Avanti poi si  trasformò in un dittatore. La Lega non la ritengo liberale”.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati