Peculato, a giudizio ex deputato del Pdl Acierno

Secondo l’accusa avrebbe utilizzato per scopi personali denaro appartenente alla Fondazione Federico II e al Gruppo Misto

PALERMO. Il gup Vittorio Anania ha rinviato a giudizio, davanti alla seconda sezione del tribunale di Palermo l'ex deputato regionale siciliano della Fiamma Tricolore e del Pdl Alberto Acierno: deve rispondere di peculato perché, secondo l'accusa, rappresentata dal pm Sergio Demontis, avrebbe utilizzato per scopi personali denaro appartenente alla Fondazione Federico II e al Gruppo Misto, di cui era stato il presidente. Acierno, che fu anche deputato nazionale, secondo la Procura avrebbe speso, per acquistare generi alimentari, vestiario, articoli da regalo e altri beni, una somma di circa 200 mila euro, utilizzando le carte di credito della Fondazione. Si sarebbe poi fatto prestare circa 50 mila euro per pagare i debiti del gruppo misto e non avrebbe mai restituito la somma ricevuta dall'Ars. E' stato il presidente del Parlamento siciliano, Francesco Cascio, a denunciare questo secondo episodio. La stessa Ars e la Federico II sono parte civile, con l'assistenza dell'avvocato Enrico Sanseverino.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati