Moglie segregata nella motoape, arrestato a Palermo

PALERMO. Teneva la moglie chiusa in cortile sul cassone della motoape in una sorta di "carcere" casalingo.  Per questo la polizia ha arrestato a Palermo un uomo di 49 anni  accusato di violenza privata e maltrattamenti in famiglia. I poliziotti, durante una prima visita nell'abitazione, avevano verificato che l'uomo era seduto nel divano dell'appartamento mentre la moglie stava fuori dalle mura  domestiche in un cortile di pertinenza della casa, adagiata sul  cassone di una motoape. La vittima, però, interrogata dai poliziotti aveva detto di trovarvisi volontariamente. Gli investigatori, in assenza di una denuncia, se ne erano andati. Dopo una nuova segnalazione anonima gli agenti sono tornati nella casa e questa volta la donna in lacrime ha raccontato la soggezione nei confronti del marito che, oltre a picchiarla l'aveva costretta, per punizione, a stare nel cortile: le aveva  dato una coperta per coprirsi sul cassone della motoape e un secchio per gli escrementi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati