In Sicilia la laurea conta poco

Sono uno psicologo clinico, che fino a qualche anno fa, viveva in Sicilia e conduceva una vita stentata, piena di difficoltà, un po’ la sorte dei laureati siciliani, e questo anche perché balbettavo a raggiungere la vera autonomia professionale, essere realmente un professionista. Mi è bastato tirarmi fuori dalla realtà contraddittoria, e secondo me patologica della Sicilia, perché tutte le mie difficoltà finissero.
La scelta di molti giovani siciliani, di volersi sottrarre alle sabbie mobili della disoccupazione, conseguendo una laurea, di fatto si rileva una scelta infelice. E’ impensabile che tutti i laureati siciliani possano realmente essere assorbiti dal mondo del lavoro. Il mondo del lavoro non ha bisogno di tutti questa moltitudine di laureati in Sicilia. C’ è un altro problema che nelle menti degli aspiranti dottori e anche tra la gente in genere, spesso si annidano false credenze, come quella che il conseguimento di una laurea, consente in automatico, di potere esercitare una professione. Di fatto le lauree, tendono ad essere titoli non professionalizzanti, è la triste realtà, a cui deve prendere coscienza, il neo dottore.
Fuori dalla Sicilia, c’è maggiore equilibrio, tra laureati e non laureati, e magari in realtà dove il lavoro c’è sempre stato, chi si laurea ha maggiori possibilità di svolgere la professione per cui ha studiato. 
Volevo concludere con una mia riflessione, scaturita dal fatto che storicamente in Sicilia il lavoro è stato sempre una merce rara; secondo me è sbagliato volersi formare in Sicilia, in una realtà dove l’obiettivo non è concreto (il lavoro). Come fa una persona a raggiungere un obiettivo astratto e indefinito? In Sicilia, studenti e neo dottori crescono e si formano, avendo come riferimento, una concezione dell’obiettivo del lavoro, abbastanza astratta e fantasiosa, e credo che questa cosa può creare difficoltà insormontabili.

Antonio Castronovo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati