Agrigento, il Comune non paga le bollette: teatro Pirandello al buio

Di circa tre milioni il debito dell’amministrazione agrigentina nei confronti dell’Enel. Accordo per la rateizzazione

AGRIGENTO. Il Comune non paga le bollette e l’Enel ha provveduto a tagliare il servizio. Di circa tre milioni il debito dell’amministrazione agrigentina nei confronti della società per l’energia elettrica. Impossibile al momento pagare una simile cifra. Così i funzionari del Comune sono corsi a Palermo per parlare con i dirigenti dell’Enel ed è stato raggiunto un nuovo accordo per dilazionare i pagamenti, dando ampie garanzie che il Comune onorerà gli impegni. Dalle casse comunali è uscito un primo acconto per cominciare a saldare il debito e così le lampade del Teatro Pirandello sono state riaccese.
Già lo scorso 29 ottobre il sindaco è stato costretto a far ricorso al fondo di riserva. Dall’assessore comunale alla Solidarietà sociale aveva ricevuto una nota con cui faceva presente alla giunta l’esaurimento delle disponibilità finanziarie per il servizio di assistenza igienico-personale a soggetti portatori di handicap scolarizzati. La somma prelevata in questo caso è stata di quasi 35 mila euro.
I dettagli nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati