Pallanuoto, sconfitta l'Athlon Palermo

Le gialloblù di Antonio Piccione si arrendono alla Mediterraneo Imperia alla piscina di Terrasini. Il coach: "E' mancata un po' di determinazione"

TERRASINI. Restano settime, con 7 punti in classifica, le gialloblù dell’Athlon ‘90. La formazione del Mediterraneo Imperia batte le atlete allenate da Antonio Piccione e la partita si conclude 8-5. La gara è stata disputata nel vicino comune di Terrasini a causa della mancata agibilità della piscina comunale di Palermo. Il pubblico si è presentato ugualmente a sostenere la formazione casalinga, che oggi ha dovuto fare a meno della carica del coach Piccione, che ha scontato una giornata di squalifica ed ha dovuto seguire le sue ragazze dalla tribuna. Il capitano gialloblù Piera Cannatella non si è persa d’animo ed ha cercato di dettare gioco alle compagne, grazie anche all’esperienza di Rachele De Benigno che ce l’ha messa tutta nonostante risenta ancora dell’infortunio alla spalla destra. «Eravamo partiti benissimo – commenta il Team Manager dell’Athlon, Sergio Vizzini – a metà del secondo tempo avevamo un vantaggio di due gol sul 4-2. Poi qualcosa dev’essersi rotto. L’Imperia vanta atlete nazionali, come il portiere Giulia Gorlero, che oggi ha disputato un’ottima gara». Pesano le uscite per limite di falli di Marianna Arangio e Piera Cannatella, alla quale si accoda nel quarto tempo anche Chiara Elmo. «Con l’uscita del capitano è sceso un po’ il morale ed è mancata un po’ di determinazione – commenta Antonio Piccione – sono soddisfatto del gioco della difesa, ma non siamo stati in grado di cambiare lato di attacco. L’Imperia ha sofferto molto nelle azioni centrali e noi dovevamo avere più responsabilità nei tiri. La nostra è una squadra giovane e che manca un po’ d’esperienza, ma i primi due tempi abbiamo giocato molto bene. Lodevoli soprattutto le prestazioni del capitano Cannatella, di Viola Lopreti ed anche di Armit, che si è sacrificata anche in fase difensiva». Proprio l’australiana non è riuscita a concludere a rete due dei quattro rigori assegnati dall’arbitro Alfi. Le altre due opportunità su rigore sono state di Battaglia ed Acampora, rientrata oggi dopo due giornate di squalifica.

Tabellino:
ATHLON ’90 – IMPERIA 5-8 (1-1, 3-3, 0-2, 1-2)
Pol. Athlon 90 Palermo: Lopreti, Figari, Armit 2, Cannatella 1, Battaglia, Arangio, Elmo, Tenchini, Acampora 1, De Benigno, Ignaccolo, Anastasio, Facchini 1. All. Piccione.
Mediterraneo Imperia: Giulia Gorlero, Amoretti, Borriello 1, Gloria Gorlero, Stieber 3, Emmolo 2, Maggio, Russo, Risivi, Bencardino, Drocco, Pomeri 2, Solaini. All. Capanna.
Arbitro: Alfi.
Note: Uscite per limite di falli Arangio (A) nel secondo tempo, Cannatella (A) nel terzo e Elmo (A) nel quarto.
Superiorità numeriche: Athlon 1/7, Imperia 6/12. Spettatori 100 circa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati