L’enogastronomia siciliana sbarca a Ginevra

I sapori dell’Isola protagonisti al salone del gusto “les parfums gourmand de la Sicile”, organizzato dalla Camera di commercio svizzera

PALERMO. L’enogastronomia siciliana sbarca in Svizzera. Gli odori, i sapori e gli aromi della terra del sole saranno, infatti, i protagonisti assoluti del Salone del gusto “Les parfums gourmands de la Sicile”, organizzato dalla Camera di commercio di Ginevra. La manifestazione enogastronomica, che si svolgerà lunedì 22 novembre, dalle 12 alle 14, presso l’hotel Beau Rivage di Ginevra, sarà un’occasione per ripercorrere, attraverso i sapori dell’agricoltura, dell’enologia e della casearia siciliana, in lungo e in largo la perla del Mediterraneo.
Un vero e proprio festival internazionale dell’integrazione culturale, un appuntamento ricco di storia ed elemento di sintesi tra culture, simbolo di apertura e contaminazione. Le aziende siciliane (una ventina circa) del settore presenteranno i loro prodotti (conserve, ortofrutta, caffè, olio, biscotti, dolci, pasta, salumi, aromi, formaggi, frutta secca, cioccolato, succhi, panettoni e pandori, miele) e offriranno una selezione di vini tipici: Nero d’Avola, Doc, Dop, Docg, Cerasuolo di Vittoria Dop e Doc, Insolia, Moscato Noto Doc, Chardonnay Igt, Malvasia e Frappato.
Il Salone del gusto “Les Parfums gourmands de la Sicile” sarà così l’occasione per imprenditori, buyerse operatori enogastronomici italiani e svizzeri per maturare contatti economici nella prospettiva di intensificare i rapporti di import-export tra l’Italia e la Svizzera nota per la capacità attrattiva del suo mercato. Per l’Italia la Svizzera, infatti, è un importante mercato di esportazione dei propri prodotti: il sesto al mondo (dopo Germania, Francia, Usa, Spagna e Regno Unito) e di gran lunga il primo mercato al mondo per importazioni pro-capite di prodotti Made in Italy.
«Per quanto riguarda l’interscambio», dice il segretario generale della Camere di commercio italiana per la Svizzera, Andrea G. Lotti, «l’Italia è il secondo partner commerciale nel mondo. Siamo i primi per quanto riguarda vini, formaggi e distillati. Tant’è che nel 2004 l’Italia ha superato la Francia in termini di capacità attrattiva nei vini». E la Sicilia? «Negli anni passati», risponde Lotti, «abbiamo avuto modo di conoscere la qualità dei prodotti dell’Isola. La Svizzera è un mercato esigente che trova nell’eccellenze siciliane uno sbocco naturale. Tra Zurigo e la Sicilia c’è un rapporto consolidato e Salone del gusto “Les parfums gourmands de la Sicile” ne è una dimostrazione».
«Scegliere Ginevra, la città più cosmopolita della nazione elvetica», dice Enzo Taverniti, presidente Confindustria Ragusa, «è il frutto di una scelta che tiene conto della particolare attenzione di quel mercato per il made in Italy specie nel comparto della filiera enogastronomica, che nella nostra provincia vanta realtà aziendali rilevanti e produzioni di nicchia di particolare eccellenza».
Il salone del gusto sarà inaugurato tra gli altri dal console d’Italia a Ginevra, Alberto Colella, dallo stesso Lotti, e dall’agente consolare a Sion, Rossana Errico. Saranno presenti anche rappresentanti delle istituzioni italiane tra cui il presidente di Confindustria Ragusa, Enzo Taverniti, il presidente della Camera di commercio di Ragusa, Giuseppe Cascone, e il segretario generale dell’ente ibleoa, Carmelo Arezzo.
La prima parte della manifestazione è riservata agli addetti ai lavori (importatori-distributori, grossisti, ristoranti, hotel, commercianti, sommelier, intenditori). A partire dalle ore 17,30, le porte saranno aperte anche al grande pubblico e a tutti gli amanti del made in Italy.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati