Messina, muore feto: la procura indaga tre medici del policlinico

La denuncia presentata dai familiari di una donna di 37 anni, originaria dello Sri Lanka, che era giunta all'ospedale ma dopo gli accertamenti i dottori l'avrebbero rimandata a casa

MESSINA. La procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati un medico della Clinica Ginecologica e una specializzanda del Policlinico e un ginecologo per  concorso in procurato aborto dopo la denuncia dei familiari di una donna di 37 anni, originaria dello Sri Lanka.   La puerpera, alla 39/sima settimana di gravidanza, era giunta agitata nel reparto di cardiologia del Policlinico. Dopo un tracciato che ha evidenziato uno stato di ipertensione è stata trasferita nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dove è stata sottoposta ad accertamenti. Quindi i medici l'hanno rimandata a casa. 


La donna si è sentita male ed il giorno dopo è tornata al Policlinico. Lì i medici le hanno comunicato che il feto era morto. Il sostituto procuratore Maria Pellegrino ha anche disposto l'autopsia sul feto, che sarà eseguita venerdì prossimo. Soltanto l'8 novembre scorso ad una donna di 35 anni era accaduta la stessa sorte. Era giunta al Policlinico in preda a contrazioni ed il tracciato aveva evidenziato l'assenza di battito cardiaco del feto. Per questa vicenda sono indagati altri medici del reparto di ginecologia e ostetricia del nosocomio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati