Agrigento, abusivismo: condannato l'ex sindaco Sodano

AGRIGENTO. La Cassazione ha confermato la condanna per abusivismo edilizio dell'ex sindaco di Agrigento ed ex senatore Calogero Sodano, che dovrà risarcire il danno al Comune, demolire a sue spese la costruzione, risarcire i danni alle associazioni ambientaliste Italia Nostra e Legambiente.    Il pronunciamento della suprema corte, spiega l'avvocato di Legambiente Giuseppe Arnone, "ha accolto in toto le richieste formulate in udienza dalle parti civili, rigettando i ricorsi degli imputati, cioé Sodano e la moglie Antonella Gulotta. Sodano tentò da sindaco in carica il grande imbroglio: la villa, del valore di circa un miliardo di lire, fu irregolarmente autorizzata dalla Soprintendenza. Dal nulla, tra il '97 e il '98, l'allora sindaco aveva realizzato abusivamente un pseudo 'vecchio fabbricato' e poi, con atti falsi, aveva simulato che quell'edificio esistesse da 50 anni".    Arnone ha rappresentato in Cassazione anche il Comune di Agrigento. Italia Nostra era difesa da Daniela Ciancimino

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati