Tagli ai gettoni, pochi consiglieri al vertice

A Palermo si presentano solo in venti per protestare contro le misure previste dalle finanziaria 2001. Il gruppo ha comunque stilato un documento ufficiale che nei prossimi giorni verrà presentato a Cammarata e a palazzo dei Normanni

PALERMO. La carica dei venti. O giù di lì. Cade in picchiata il numero dei consiglieri comunali siciliani che ieri, per la seconda volta in due settimane, si sono ritrovati a Palazzo delle Aquile per discutere dei tagli ai gettoni di presenza e alle indennità di carica previsti dalla Finanziaria 2011. Nonostante le cifre non proprio da capogiro, il gruppo ha stilato un documento ufficiale che nei prossimi giorni verrà presentato al sindaco Cammarata ma, soprattutto, in quel di Palazzo dei Normanni. Intanto il capogruppo del Pd, Rosario Filoramo, fa autocritica e invita i colleghi «all'austerità e ad una presa di responsabilità», mentre il consigliere e collega di partito Davide Faraone mette l'accento sui «costi della politica» parlando di spese pari a quasi dieci milioni di euro all'anno.


«Chiediamo che vengano stralciate le norme previste fino ad ora dalla finanziaria - sottolinea il presidente del consiglio comunale Alberto Campagna - e che si avvii un dialogo, che fino ad ora non c'è stato, tra noi e la Regione». E se proprio si deve parlare di tagli, soltanto a patto che «la stretta finanziaria sulle indennità interessi tutti i livelli istituzionali». Arriva un no netto, invece, alla diminuzione fino al 50 per cento dei rimborsi ai datori di lavoro che concedono i permessi ai consiglieri loro dipendenti e all'abolizione dei permessi per l'esercizio di mandato. «La reazione dei consiglieri ai provvedimenti annunciati - sottolinea Rosario Filoramo - è sacrosanta, ma non può non tenere conto del clima in cui viviamo e delle responsabilità di ciascuno. Propongo uno stop all'attività politico-turistica dei consiglieri, all'organizzazione di cene e ai regali di rappresentanza».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati