Caltanissetta, cannetta torturata e poi impiccata

PALERMO. Una cagnetta è stata prima torturata e poi impiccata a testa in giù dentro un casolare di proprietà di un animalista nelle campagne nei pressi di Caltanissetta. Lo hanno scoperto le guardie Eco-Zoofile della Lida, Lega Italiana dei Diritti dell'Animale, e del Wwf, che hanno presentato un esposto contro ignoti. L'animale è stato prima legato con un fil di ferro e poi trascinato da un automezzo dentro il casolare. Infine le ulteriori sevizie e l'uccisione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati