Antenna Wind Shear, decisione rinviata

Nulla di fatto nella riunione presieduta dal prefetto Giuseppe Caruso, alla quale hanno preso parte il sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello il Direttore generale di Arpa Sicilia, i rappresentanti di Enav, Enac, Gesap ed alcuni rappresentanti dei comitati cittadini. Niente commissione tecnica di alto livello ma un "momento di riflessione"

PALERMO. Rimane ancora congelata la decisione per l'installazione del sistema radar per la rilevazione del fenomeno del wind shear nel territorio di Isola delle Femmine, nei pressi dello scalo di Punta Raisi nel Palermitano. Nulla di fatto nella riunione presieduta dal prefetto Giuseppe Caruso, alla quale hanno preso parte il sindaco di Isola delle Femmine, Gaspare Portobello il Direttore generale di Arpa Sicilia, i rappresentanti di Enav, Enac, Gesap ed alcuni rappresentanti dei comitati cittadini.    


L'incontro è stato convocato "per un ulteriore approfondimento della vicenda". Ma si è solo deciso di non procedere alla creazione di una "commissione tecnica di alto livello" avviando "un momento di riflessione". Nei giorni scorsi la giunta regionale siciliana aveva acquisito il parere dell'istituto superiore di Sanità, che esclude "allo stato delle conoscenze scientifiche" qualunque effetto sulla salute dei cittadini a causa dell'installazione dell'antenna". Il comune di Isola delle Femmine sostiene invece che emetterebbe onde radio nocive.    


Sulla collocazione dello strumento è in corso da anni un braccio di ferro tra l'Enac e l'Enav da una parte, e l'amministrazione comunale dall'altra. Il radar è in grado di rilevare la presenza dei venti di caduta, il cosiddetto wind shear, che potrebbe essere stato la causa dell'incidente occorso all'aereo della Wind Jet, uscito fuori pista lo scorso 24 settembre, durante la fase di atterraggio. Caruso ha auspicato che del contenuto della riunione di stamane vengano informati i cittadini. Se non si troverà un accordo, l'Enac ha già annunciato che sposterà il programma di sperimentazione in un altro aeroporto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati