Importavano auto di lusso evadendo le tasse

Undici persone arrestate a Palermo dalla Guardia di finanza. Centinaia di vetture arrivavano in Sicilia dalla Germania. C’è un ricercato

PALERMO. Undici persone sono state arrestate - e una è ricercata - dalla Guardia di finanza di Palermo, per avere importato, a partire dal 2004, centinaia di auto di lusso dalla Germania, per un valore di circa 30 milioni, evadendo le imposte attraverso false fatturazioni per operazioni mai avvenute. Le Fiamme Gialle, coordinate dai pm di Termini Imerese Gianluca Di Leo e Rosa Caramia, hanno condotto l'operazione in Sicilia, Veneto e Marche.
Gli accertamenti hanno permesso di scoprire una collaudata organizzazione criminale, con appoggi in Germania, che offriva automobili a prezzi concorrenziali (perfino inferiori ai listini praticati dai fornitori tedeschi) grazie ad una sistematica evasione dell'Iva comunitaria.           
Il ruolo di primo importatore nazionale, su cui grava il maggior debito di imposta, veniva assolto da società fittizie, e riconducibili a prestanomi nullatenenti. In alcuni casi il disegno criminale prevedeva più filtri societari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati