Palermo, sassi contro un bus Amat

Ennesimo episodio di vandalismo contro un mezzo dell'azienda. L'episodio in via Roccella. L'assessore Milone sollecita l'intervento delle forze dell'ordine

PALERMO. Fazzoletti a metà viso per non farsi riconoscere, come se si trattasse di una guerriglia urbana. Una sassaiola contro un autobus Amat, ennesimo caso di vandalismo gratuito e senza senso. Protagonisti tre ragazzi probabilmente non ancora maggiorenni, chenella notte tra martedì emercoledì hanno preso a sassate il parabrezza delbus 243 neipressi di via Roccella. Nessuno per fortuna è rimasto ferito,ma questo non cancella la gravità del gesto, l'ennesimo purtroppo contro un mezzo della società dei trasporti in una sequenza che sembra non avere fine. La volante della polizia, che è intervenuta dopo essere stata avvertita dai funzionari Amat, non ha potuto far altrocheconstatare idanni alla vettura e sentire i pochi testimoni presenti a quell'ora.


La dinamica, secondo una prima ricostruzione, è tanto semplice tanto inquietante: un piccolo gruppetto di ragazzi si riunisce nei pressi di via Roccella, si copre il viso con unfazzoletto, e poi viaconla sassaiola contro l'autobus, per poi dileguarsi senza alcun problema. «Purtroppo sono episodi che si stanno ripetendo con una frequenza preoccupante e che noi ovviamente condanniamo - fanno sapere dall'Amat - per noi la sicurezza è unpunto chiave, una priorità assoluta. Chiederemo al Comune infatti di partecipare al Pon sicurezza permigliorare i sistemi di sicurezza a bordo degli autobus a tutela dei lavoratori e dei passeggeri». Dell'episodio e dei continui problemi di sicurezza nei mezzi Amat ha parlato anche Mario Milone, neoassessore al Trafficoe alla Mobilità: «Certamentese cisono degli atti di vandalismo la competenza è delle forze dell'ordine. Se un convoglio di autobusviene assalito, sono queste che dovrebbero intervenire anche a seguito di denuncia avanzata dall'amministrazione o da terzi. E' indubbio che, per evitare gli atti di vandalismo o attenuare il fenomeno, sarebbe opportuno un intervento delle forze ordine, una richiesta che meriterebbe di essere sottoposta al comitato per il mantenimento dell'ordine pubblico e della sicurezza».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati