I tifosi: tutta colpa dell'arbitro

Gli sfoghi dei sostenitori rosanero arrivati via mail a diretta@gds.it

PALERMO. “Il Milan segnerà, magari anche il primo gol, poi basta”. Previsione purtroppo soltanto in parte indovinata. Il pronostico è quello di Vito Di Ganci arrivato ieri sera al sito internet del Giornale di Sicilia durante Tgs Studio Stadio. Dopo il rigore assegnato al Milan, però, i messaggi di incoraggiamento sono finiti per lasciare spazio alle critiche nei confronti dell’arbitro.
“Organizziamo una guerra contro la mafia del calcio. Basta” scrive Giuseppe Armetta a diretta@gds.it. Dello stesso tenore la mail di Enrico che ha guardato la partita da Siracusa: “Assurdo servilismo della categoria arbitrale verso le odiosissime strisciate. Vergogna”. E ancora Vincenzo Giuliana: “Maledetta serata, per colpa di quest'arbitraggio non abbiamo avuto l'occasione di farci veramente valere per quello che siamo. Dobbiamo essere contro queste ingiustizie”. Antonio da Trapani va contro corrente: “Quando si perde ci si aggrappa sempre agli errori arbitrali. Una squadra forte non teme nessun arbitro. Bisogna saper perdere e far fede dei propri errori”.
Qualcuno incoraggia la squadra, come Vito Giuliana: “Un Palermo cannonata, molto promettente e fedele ai suoi tifosi, spero veramente che arrivi al vertice della classifica”. Altri fanno autocritica. È il caso di Damiano: “Con questa mentalità di gioco, e la difesa fa acqua  non andiamo da nessuna parte l'unica squadra che a preso il gol nel primo tempo”. Così come Salvo Beninati: “Il  solito Palermo svogliato disarticolato disamorato pastore campionato finito le gambette sono più importanti”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati