Dieci immigrati curdi fermati nel Siracusano

SIRACUSA. La polizia di Augusta ha rintracciato e fermato la scorsa notte dieci migranti, tutti dichiaratisi iracheni di etnia curda, appartenenti ad un unico nucleo familiare, ad eccezione di uno, tra cui alcuni bambini. Il gruppetto è stato notato mentre camminava ai margini della strada statale 114 che collega Siracusa a Catania al confine tra le due province. Gli investigatori ritengono che possano far parte di un gruppo  di una ventina di  immigrati sbarcati lungo la spiaggia di Agnone Bagni, nel siracusano.
A far scattare l'allarme è stata una segnalazione alla sala operativa della Guardia costiera di Augusta relativa alla presenza di alcuni borsoni, vestiti e scatole di cibo con scritte con caratteri arabi lasciati sull'arenile di Agnone. Una volta rintracciati i migranti hanno ricevuto la prima assistenza dalla protezione civile del Comune di Augusta che ha potuto contare anche sul supporto della Marina militare. Le operazioni di identificazione sono state invece compiute nel commissariato di Augusta. Dopo  i primi accertamenti medici da parte  del sanitari del 118 i migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati