Canile municipale, lavori per dieci nuovi box

In attesa di reperire i fondi per il mega progetto di riqualificazione della struttura da oltre due milioni e mezzo di euro. Rientrata l'agitazione degli operai della Gesip

PALERMO. Martedì arriveranno le maestranze per realizzare nuovi box per i cani, “ospiti fissi” della struttura e per ripristinare il presidio di polizia municipale di via Tiro a Segno. Ieri sera, infatti, la giunta comunale ha approvato una delibera presentata dal vicesindaco Marianna Caronia, con la quale verranno prelevati 15 mila euro del fondo di riserva. “Soldi – spiega la Caronia – necessari per scongiurare un’emergenza sanitaria veterinaria al canile”. E così verranno realizzati dieci nuovi box, pronti ad ospitare pitbull e altri animali pericolosi, oltre ai cani in isolamento per terapia intensiva. “Sistemeremo così – spiega Marianna Caronia, che ha anche la delega alla Sanità – alcune gabbie sovraffollate e daremo maggiore dignità a questi animali costretti in certi casi, a vivere al buio e senza un’adeguata areazione”.


Dei piccoli lavori, insieme al ripristino della sede per il nucleo cinofilo, in attesa che venga approvato un progetto di ristrutturazione più ampio da due milioni e mezzo di euro. “Un intervento complessivo – spiega la Caronia – per il quale mi batterò affinché si possa realizzare al più presto, magari trovando dei fondi presso il Cipe. Non avendo individuato in città un’area per un nuovo canile, è giusto spendere le nostre forze per il rinnovo totale della struttura di via Tiro a Segno”. Il presidio del nucleo cinofilo, inoltre, consentirà ai cittadini di presentare al canile stesso le denunce, senza dovere andare necessariamente negli uffici della Favorita. “Auspichiamo – dice Francesco Francaviglia, responsabile dell’unità operativa di Igiene urbana al canile – che si possa procedere al più presto a una ristrutturazione organica e totale. Ma è pur vero che l’importante è iniziare anche con questo intervento tampone. Non basta però sistemare solo la struttura, ma è importante la gestione. Occuparsi della sgambatura dei cani e pulire le gabbie anche più volte al giorno”. E si dovrebbe essere sulla buona strada, visto che ieri gli operatori Gesip hanno interrotto lo stato di agitazione che andava avanti ormai da un mese. Ieri, inoltre, sono ripartite anche le adozioni. E domani, prima domenica del mese, i cancelli della struttura municipale saranno aperti dalle 9 alle 12 per dare una casa agli animali senza padrone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati