Trapani, condannati cinque fiancheggiatori di Messina Denaro

Sono Franco Indelicato, condannato a 10 anni; Domenico Nardo (8 anni); Giuseppe Arcà, (6 anni); Giuseppe Indelicato (3 anni) e Lea Cataldo (3 anni). I cinque erano imputati nell'ambito del procedimento denominato "Golem 1", che vede complessivamente indagate 15 persone

TRAPANI. Il gup di Palermo, Marina Petruzzella, ha condannato cinque presunti fiancheggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro. Sono Franco Indelicato, condannato a 10 anni; Domenico Nardo (8 anni); Giuseppe Arcà, (6 anni); Giuseppe Indelicato (3 anni) e Lea Cataldo (3 anni).   Gli imputati, accusati a vario titolo di concorso in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni e traffico di stupefacenti, sono stati inoltre condannati a risarcire, in via provvisionale, le parti civili: Confindustria Trapani ed il Comune di Campobello di Mazara.   


I cinque erano imputati nell'ambito del procedimento denominato "Golem 1", che vede complessivamente indagate 15 persone. Due - Leonardo Bonafede e Francesco Luppino - sono sotto processo, con il rito ordinario, al Tribunale di Marsala. Le altre posizioni sono state stralciate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati