Miccichè: "Sabatini meditava l'addio"

Il vicepresidente del Palermo sulle dimissioni del direttore sportivo: "Decisione presa anche per i suoi rapporti con Zamparini, ci dispiace perdere un ottimo professionista"

PALERMO. Era già in crisi il rapporto tra  Sabatini e il presidente del club rosanero, Maurizio Zamparini. Le dimissioni non sarebbero quindi dovute soltanto a problemi personali, ma anche a una accesa discussione con il patron prima e dopo la gara con la Lazio, seguita a diverse incomprensioni e dovuta a quello che Zamparini chiama "mancanza di feeling".    
A confermarlo è  il vicepresidente del Palermo, Guglielmo Micciché. "E' una decisione maturata sia per motivi personali che per i suoi rapporti con Zamparini - ha detto -. Non è in realtà una vera sorpresa perché da un po' di tempo Walter maturava questa decisione. Certo ci dispiace perché Walter è un ottimo professionista".    
Per i successori si parla del direttore sportivo del Siena, Giorgio Perinetti o l'ex ds del Napoli, Pierpaolo Marino. Ma c'é anche Carlo Osti, ex direttore sportivo dell'Atalanta. Qualsiasi decisione sarà comunque presa dopo la gara con il Cska Mosca che si disputerà in Russia giovedì prossimo per la quarta gara del girone di Europa League. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati