Parcella elevata, condannati due ingegneri di Gela

GELA. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato due ingegneri del comune di Gela (CL) per danno all'erario. Per l'accusa avevano supervalutato gli onorari di collaborazione di un loro collega del ministero dei Lavori pubblici, chiamato a collaudare un acquedotto realizzato con fondi comunitari. La parte della parcella pagata in più dal comune sarà restituita dai due tecnici: 8.500 euro a testa oltre agli interessi. (sentenza 1856/2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati