Gas al posto dell'ossigeno in ospedale: neonato rischia la vita

L'episodio all'ospedale Policlinico di Palermo. A denunciare l'accaduto il padre del piccolo. Il direttore generale La Rocca ha aperto un'indagine interna

PALERMO. Il padre di un bambino nato due giorni fa al Policlinico di Palermo, ha denunciato che il figlio ha rischiato di morire perché al posto dell'ossigeno gli è stato somministrato gas.    Il genitore, Giovanni Vitale, spiega che il bimbo "é stato intubato, ma nei tubi collegati alla macchina c'era gas. Mi hanno detto che la responsabilità è della ditta che ha eseguito dei lavori nel reparto di Ostetricia". Il bambino, per il quale si era temuto che morisse, adesso sta meglio.   


Il direttore generale del Policlinico, Mario La Rocca, conferma l'episodio e spiega che il tempestivo intervento dei medici ha evitato il peggio: "Il bambino è stato prontamente portato al reparto di rianimazione. E' ancora sedato e le sue condizioni migliorano lentamente ma progressivamente".    La Rocca ha aperto un'indagine interna: "Una volta che il quadro sarà chiaro - conclude - prenderò tutte le sanzioni previste per questi casi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati