Rapina nell'Alessandrino, quattro arresti a Catania

Sono accusati di aver assalito il 22 ottobre scorso un laboratorio orafo di Valenza. In manette Luigi Laudani, di 47 anni, Giampiero Marchese, di 28, Giovanni Messina, 56, e Giovanni Luca Pavone, di 25

CATANIA. Quattro catanesi accusati di avere assalito, il 22 ottobre scorso, un laboratorio Orafo di Valenza, sono stati arrestati da agenti delle squadre mobili di Catania e Alessandria. Sono Luigi Laudani, di 47 anni, Giampiero Marchese, di 28, Giovanni Messina, 56, e Giovanni Luca Pavone, di 25.    I quattro sono stati fermati l'indomani della rapina a Catania ma la notizia è stata resa nota oggi, dopo la convalida del Gip Santino Mirabella che ha disposto gli arresti in carcere per Laudani e Messina e ai domiciliai per Marchese e Pavone.   


Il bottino, oggetti preziosi stimati in 600 mila euro, è stato restituito al legittimo proprietario. Nell'abitazione di Laudani, nascosti in un forno, agenti della squadra mobile hanno trovato un fucile con le canne mozzate, una rivoltella calibro 38 e una pistola semiautomatica 9x21, munizioni e tre pistole giocattolo prive del previsto tappo rosso. Sono stati sequestrati anche altri oggetti preziosi, che si sospetta possano essere provento di reato.    Indagini della polizia sono in corso per identificare eventuali 'basisti' della banda a Valenza. L'inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore della Dda di Catania, Agata Santonocito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati