“Canile abusivo dentro una scuola”

Il caso alla elementare Impastato nel quartiere Noce di Palermo. Riscontrate carenze igieniche dai carabinieri del Nas. Istituto chiuso per una settimana

PALERMO. Era iniziato con un progetto di «pet terapy», per curare grazie agli animali. Circa sedici anni fa. Alla fine senza fondi e con la tassazione da parte solo di alcune insegnanti, quel luogo di accoglienza per i cani randagi della zona è stato trasformato in una zona maleodorante e fatiscente. Il «canile abusivo» all'interno della scuola  Peppino Impastato alla Noce è stato al centro di un intervento deciso da parte dei carabinieri del Nas comandata dal capitano Francesco Geraci. Tanto che la scuola elementare è stata chiusa dal Nas fino a quando non verranno ripristinate le condizioni igienico-sanitarie adeguate. L'istituto resterà chiuso per una settimana fino al prossimo venerdì.
«Sono previsioni ottimistiche - dicono gli investigatori – Servono interventi immediati per riportare tutta la zona a norma». Questo il risultato dell'operazione che ieri mattina ha portato alla luce una situazione che andava avanti da tanti anni. All'interno della scuola che si trova in via Girolamo di Martino c'era un canile ritenuto dai carabinieri abusivo privo dell'autorizzazione sanitaria ed in cattive condizioni igieniche.
L’articolo integrale sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati