Droga dall'Africa alla Sicilia, inflitte pene per 100 anni

I giudici del tribunale di Palermo hanno condannato i nove componenti di una banda che trafficava eroina tra l'Isola, la Campania e la Costa d'Avorio

PALERMO. I giudici della quarta sezione del tribunale di Palermo, presieduta da Mario Fontana, hanno condannato a quasi un secolo di carcere i nove componenti di un'organizzazione criminale che trafficava eroina tra Palermo, la Campania e la Costa d'Avorio.
La banda è stata scoperta dalla polizia nel 2007. Una sola imputata è stata assolta: Samia Kefi, assistita dall'avvocato Giuseppe Giannusa. La pena più alta, 21 anni, è stata inflitta a Chocri Kefi. Adel Gherrisi è stato condannato a 12 anni di reclusione, 11 anni sono stati inflitti a Sory Bakayoko, Moatez Gabsi e Maher Boughalmi. Per Mourad Khelifi il tribunale ha deciso otto anni di reclusione, sette anni per Salah Kechich e Tarek Khelifi, cinque anni per Annalisa Lo Monaco.      
La droga partiva dall'Africa, passava per Aversa (Caserta) e giungeva nel capoluogo siciliano. Durante le varie fasi delle indagini sono stati arrestati anche 20 corrieri che, facendo la spola tra la Campania e la Sicilia, trasportavano eroina contenuta all'interno di ovuli che ingerivano. A Palermo lo spaccio di eroina era gestito da extracomunitari, prevalentemente tunisini, che erano in contatto con connazionali che abitavano a Caserta. L'accusa era sostenuta dal pm Ambrogio Cartosio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati