Lentini dice addio all'Mpa: "Partito che ignora Palermo"

Il deputato regionale annuncia la sua scelta in una lettera al presidente della Regione, nonché leader del movimento, Raffaele Lombardo

CATANIA. Il deputato regionale Salvatore Lentini ha lasciato il Movimento per l'autonomia. Lo ha annunciato con una lettera al presidente della Regione e leader del Mpa, Raffaele Lombardo.     
 Lentini contesta l'assenza nel partito di "una qualsivoglia dimensione democratica di dibattito ed elaborazione politica" perché il Mpa, sostiene, è rimasto un movimento "verticistico e tutto imperniato sulle dinamiche catanesi". "Anche nelle nomine, poi - aggiunge Lentini - la realtà palermitana è stata permanentemente ignorata. Ogni incarico, ogni postazione, ogni casella possibile è stata occupata da catanesi! Perfino i pochi palermitani che hanno avuto qualche incarico l'hanno ottenuto in qualità di 'amici' di qualche notabile catanese!     
"Una struttura di partito vera - osserva Lentini - avrebbe potuto veicolare gli indubbi successi della tua azione di governo, avrebbe spiegato ai siciliani di come si stia lavorando per loro, per il futuro della nostra terra e dei nostri figli, per una Sicilia moderna, libera dal clientelismo, libera dalla mafia, rinnovata e pronta alla sfida dello sviluppo. Come Presidente della Regione hai conseguito risultati importanti, al cui raggiungimento, nel mio piccolo, ho contribuito anche io".      
"Esco, a testa alta, da un partito che non esiste più, con l'amarezza di chi credeva e continua a credere al valore dell'Autonomia - annuncia Lentini - e da altri banchi mi batterò con gli stessi valori per la Sicilia ed i siciliani, catanesi compresi. Come parlamentare continuerò a sostenere il tuo governo, nella misura in cui realizzerà rinnovamento e sviluppo in favore dei siciliani".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati