Lombardo: "Ex Pip al lavoro, ma ora basta precari"

Il governatore commenta sul blog la firma del primo dei 10 contratti: "Una massa di persone che costavano alla Regione 36 milioni di euro, adesso hanno una sistemazione"

PALERMO. "I Pip io li ho trovati qua, non li abbiamo reclutati noi. Una massa di persone che minacciavano fuoco e fiamme che lavoravano attraverso il comune di Palermo e che costavano alla Regione 36 milioni di euro". Lo afferma il presidente della Regione Raffaele Lombardo, in un commento sul suo blog dopo la firma dei primo 10 contratti di lavoro.
"Il loro lavoro attraverso il comune di Palermo - sottolinea - comportava che nelle tasche dei lavoratori entrassero meno soldi".
Il governatore ringrazia poi il professor Lavanco, responsabile della societàche gestisce gli ex Pip: "Una persona di grande generosità e competenza che ci sa fare con la gente". Ed assicura: "Noi non creeremo altri precari. Alcuni andranno in pensione, altri ci auguriamo che possano trovare un lavoro migliore e meglio retribuito". Per quanto riguarda poi l'utilizzo degli ex Pip Lombardo spiega: "Ci sono spazi verdi da curare, strade da pulire, manutenzioni da fare, assessorati da sistemare. Ci sono lavoratori che possono prestare la loro opera che adesso sanno di avere un lavoro assicurato sapendo da domani mattina dove devono andare a prestare la loro opera in cambio di una giusta, seppur modesta, retribuzione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati