Anziana morta in ospedale a Trapani. "Ecco la causa"

In una relazione i vertici del Sant'Antonio Abate ricostruiscono il caso del decesso di Lina Rocchi, 99 anni. I familiari: è rimasta bloccata un'ora in ascensore. La replica: solo 25 minuti

TRAPANI. Deceduta in ospedale a 99 anni. Secondo i familiari la causa è il fatto che è rimasta bloccata nell'ascensore, ma secondo i medici il problema non ha nulla a che vedere con la morte dell'anziana. L'Asp ha deciso di voler fare chiarezza su quanto accaduto al Sant'Antonio Abate, così il direttore generale Fabrizio De Nicola e il direttore sanitario Maria Concetta Martorana hanno chiesto una relazione sul decesso di Lina Rocchi. Secondo i familiari, l'anziana sarebbe rimasta chiusa in ascensore durante il trasferimento in Rianimazione per un'ora, mentre l'ospedale, ricostruendo i fatti, parla di soli 25 minuti.
Il direttore sanitario del presidio ospedaliero Francesco Giurlanda ha già inviato la relazione ai vertici dell'Asp, che ora precisano: "Sull'episodio è stato montato un caso di malasanità da parte di soggetti che hanno fornito notizie non tutte rispondendi al vero". Nel documento fornito dall'ospedale, infatti, l'anziana sarebbe rimasta coi medici dentro l'ascensore bloccato dalle 00.50 all'1.15.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati