Stato di calamità per i danni nel 2008 agli agricoltori nisseni

Il decreto dello scorso 18 ottobre, inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, elenca i comuni interessati: Butera, Caltanissetta, Gela, Mazzarino, Riesi, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Sereradifalco, Sommatino

PALERMO. E' stato dichiarato lo stato di calamità a seguito delle piogge alluvionali che hanno colpito alcuni territori in provincia di Caltanissetta, causando danni alle strutture aziendali e alle infrastrutture connesse all'attività agricola nel periodo tra novembre 2008 e gennaio 2009. Gli agricoltori potranno far fronte ai danni subiti dalle strutture aziendali, alla ricostituzione delle scorte eventualmente compromesse o distrutte, mediante i contributi assicurati dal Fondo di solidarietà nazionale.
Il decreto dello scorso 18 ottobre, inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, elenca i comuni interessati: Butera, Caltanissetta, Gela, Mazzarino, Riesi, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Sereradifalco, Sommatino.   
Le domande potranno essere presentate alle autorità regionali competenti entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di declaratoria nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati