Gela, sentenza del Tar rivoluziona il Consiglio

Cambia l'assetto dell'amministrazione dopo il pronunciamento dei giudici sul premio di maggioranza che dà ragione alla coalizione di Angelo Fasulo

PALERMO. Una sentenza del Tar Sicilia di Palermo, sull'assegnazione del premio di maggioranza nelle recenti elezioni amministrative di Gela, ha sconvolto l'assetto del consiglio comunale gelese uscito dalle urne il 30 e 31 maggio del 2010.   
La commissione elettorale circondariale, presieduta dal presidente del tribunale di Gela, Alberto Leone, dopo il primo turno di votazione, aveva scartato le liste che non avevano superato lo sbarramento del 5% e, ricalcolando i risultati in percentuale, aveva assegnato il premio di maggioranza a quelle che sostenevano il candidato a sindaco, Calogero Speziale (Democratici per Gela), perché risultavano avere superato il 50%.   Dal canto suo, anche la coalizione avversaria, a supporto del candidato ufficiale del PD, Angelo Fasulo (eletto sindaco al successivo turno di ballottaggio) ha rivendicato tale premio, asserendo che il risultato ottenuto da una sua lista (Gela Democratica) con meno del 5% (4,7%) dei voti andava comunque inserito nel calcolo, in suo favore, perché avrebbe impedito a Speziale di superare il 50% e di ottenere il premio che non gli spettava.    
Il Tar ha dato ragione al ricorrente (Gioacchino Pellitteri, un candidato PD della coalizione di Fasulo) riconoscendo alla coalizione del sindaco eletto il diritto al premio di maggioranza fino al raggiungimento del 60% dei seggi in consiglio comunale se non ottenuti già con i voti di lista. Così, sette seggi assegnati inizialmente al gruppo delle liste di Speziale (2 Democratici per Gela, 2 Sicilia, 1 UDC, 1 Democratici & Socialisti, 1 Liberi e Gelesi) sono andati alla coalizione Fasulo: 3 al PD, 3 all'MPA, 1 alla Lista Donegani. Gli esclusi hanno annunciato ricorso al CGA.    
Dopo la sentenza del Tar, il consiglio comunale risulta così composto: PD 8, Democratici per Gela 4; Lista Donegani 1; Democratici & Socialisti 1; PSI 1; PLI 1; MPA 8; UDC 2; Lista Sicilia 2; PDL 2.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati