Rossi: "Cska più forte? Davide ha già battuto Golia..."

Il tecnico dei rosanero non svela le sue carte in vista della sfida contro i russi. Caricatissimo Nocerino: "Il mister mi dà molta fiducia"

PALERMO. L'umore, tra le fila del Palermo, è davvero alto. Lo testimonia l’aria di allegria che si è respirata oggi nella sala stampa del Barbera, che ha visto protagonisti Delio Rossi e Antonio Nocerino nella conferenza della vigilia della terza partita del girone di Europa League contro il Cska Mosca. Proprio il tecnico e il centrocampista napoletano hanno spesso scherzato durante l’incontro coi giornalisti. Molto probabilmente l’atmosfera che si è vissuta oggi tra Nocerino e Rossi è la stessa che c’è nell’intero spogliatoio,grazie soprattutto al filotto di gare positive di cui i rosa si  sono resi protagonisti.


Ma ciò non vuol dire certo un atteggiamento di superficialità nei confronti dell’avversario di domani. Un avversario che è sicuramente il più pericoloso del girone. Ma lo sarebbe anche in tanti altri gironi, come ha dichiarato coach Rossi. «Domani sera ci confronteremo con questa squadra che sulla carta è più forte di noi. Ma non abbiamo nulla di cui vergognarci. Cambieremo atteggiamento dato che sono più forti? Noi cercheremo di fare la nostra partita comunque e proveremo a fare il nostro calcio e a esprimere le nostre caratteristiche. Capita che a volte Davide batta Golia e speriamo stavolta tocchi a noi ».Nessuna nota tattica sul match di coppa di domani sera da parte di Rossi, «perché giocando ogni tre giorni, non puoi fare grossi cambiamenti. E perché comunque non siamo una squadra che prepara il match in funzione dell’avversario».


Quel che è sicuro è che il tecnico rosanero domani sera farà scendere in campo la migliore formazione possibile, come ha ribadito deciso durante la conferenza. E di questo undici potrebbe tornare a fare parte Goian. «Sicuramente c’è questa eventualità, anche perché ho bisogno di vederlo in campo». Se da un alto è probabile il ritorno in campo del difensore rumeno, è sicuro, invece, che Joao Pedro difficilmente potrà essere della partita anche se convocato, perché ritenuto ancora non pronto da Rossi. E visti gli uomini contati a centrocampo, il coach rosanero ha ammesso di stare pensando anche a qualche esperimento come Cassani sulla linea mediana del campo. Non ha paura, invece, come suo solito dell’appuntamento col Cska Nocerino. «Se vogliamo crescere, dobbiamo anche affrontare queste squadre forti, anche per vedere di che pasta siamo fatti». Nocerino, infine, parla del suo momento d’oro. Il pubblico lo ama e sta scoprendo negli ultimi tempi anche le sue doti da assist man. «Cosa è cambiato nel mio calcio? Onestamente nulla. C’è solo il fatto che il mister mi dà molto fiducia. Magari prima non sentivo queste sensazioni e stare bene con la testa per un calciatore è fondamentale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati