Policlinico Messina, chiusa indagine della procura

Tra gli indagati figurano anche la moglie del rettore Franco Tomasello, Carmela Grasso, un viceprefetto aggiunto, Gabriella Ciriago, un dirigente del Comune, Carmelo Altomonte, un ex poliziotto, Emanuele Galizia, ed un avvocato, Antonino Lo Giudice

MESSINA. La procura di Messina ha chiuso le  indagini per 21 persone nell'ambito dell'inchiesta sul servizio  di vigilanza del Policlinico di Messina. Tra gli indagati  figurano anche la moglie del rettore Franco Tomasello, Carmela  Grasso, un viceprefetto aggiunto, Gabriella Ciriago, un  dirigente del Comune, Carmelo Altomonte, un ex poliziotto,  Emanuele Galizia, ed un avvocato, Antonino Lo Giudice.      Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di estorsione,  concussione, minacce, rivelazione di segreto d'ufficio,  appropriazione indebita con l'aggravante di prestazioni d'opera,  truffa, turbativa d'asta, falso in bilancio e falsa  testimonianza.     


La vicenda ruota attorno all'agenzia 'Corio Antonino Il  Detective Srl' che negli anni scorsi gestiva la vigilanza del  Policlinico. Secondo l'accusa Carmela Grasso, abusando della sua  qualifica di assistente amministrativo al rettorato, avrebbe  indotto l'amministratrice dell'agenzia a consegnarle la somma  mensile di 20mila euro e costosi regali. Per il viceprefetto  aggiunto, Gabriella Ciriago, è accusato di rivelazione di  segreto d'ufficio: avrebbe consegnato documenti riservati  fornendo anche informazioni sui procedimenti in corso.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati