La morte di Sara? Uno spettacolo televisivo da interrompere

Attraverso le pagine del Giornale di Sicilia voglio esprimere il mio rammarico per tutto quello che sta succedendo in Italia. Dopo esser esploso il caso della brutale fine della povera Sara Scazzi, tutti i media televisivi, in particolar modo Mediaset e Rai, si sono improvvisati delle vere e proprie aule di tribunale invitando personaggi (ad esempio la cugina di Sara, Sabrina Misseri) che poi si sono rilevati indispensabili anche alle indagini giudiziarie e sottoponendoli a interrogatori tv per conquistare forse quegli ascolti tanto desiderati.
La televisione deve solo informare e non spettacolarizzare sulle questioni delicate come queste. Spero che qualcuno al più presto possa intervenire affinchè queste cose non succedano mai più.
Giuseppe Li Causi

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati