Immigrazione, in Sicilia dieci nuovi centri polifunzionali

PALERMO. Sono 11 i progetti relativi alla Regione Sicilia approvati dal Comitato di Valutazione del Pon Sicurezza. Di questi, 10 riguardano la nascita di Centri polifunzionali, strutture destinate ad offrire agli immigrati extracomunitari regolari, servizi di orientamento e formazione diretti a favorirne l'accoglienza e l'inserimento culturale e lavorativo. I Centri nasceranno nelle province di Catania, Siracusa, Enna, Ragusa, Palermo, Agrigento, Caltanissetta.
Le proposte rientrano nell'Obiettivo Operativo 2.1ß - Migliorare la gestione dell'impatto migratorio - in cui è compreso anche un progetto che interessa tutte le regioni dell'Obiettivo convergenza finalizzato alla nascita di un sistema di monitoraggio per i lavoratori stranieri impiegati in agricoltura. Sempre in relazione alla provincia di Palermo, ha ricevuto il via libera la proposta di recupero di un immobile in stato di abbandono da destinare a Centro di aggregazione giovanile e di servizio alle imprese.
Il Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo Sviluppo, di cui è titolare il Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rivolge alle quattro regioni Obiettivo Convergenza: Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.
L'obiettivo globale del Programma, finanziato da Unione europea e Stato italiano, è quello di diffondere migliori condizioni di sicurezza, giustizia e legalità per i cittadini e le imprese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati