Dell'Utri, il processo per calunnia resta a Palermo

Lo ha dichiarato la Seconda Sezione Penale della Cassazione che ha dichiarato "inammissibile" il ricorso presentato dai legali del senatore

PALERMO. Resta a Palermo, dove è in corso innanzi alla Corte d'Appello, il processo per calunnia aggravata nei confronti del senatore del Pdl Marcello Dell'Utri che aveva chiesto di spostare il procedimento a Caltanissetta sostenendo che i giudici palermitani subivano "condizionamenti ambientali". Lo ha appena deciso la Seconda Sezione Penale della Cassazione che ha dichiarato "inammissibile" il ricorso presentato dai legati di Dell'Utri. Il senatore è stato condannato anche a versare duemila euro alla Cassa delle ammende.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati