Cska, Honda è il più temuto

Il giapponese è la stella della squadra russa. Il connazionale del Catania Morimoto: "E' un grande trequartista e preferisce più fare gol che assist"

PALERMO. Il pericolo più grande per il Palermo arriva dall'Estremo Oriente. Il giapponese Keisuke Honda è la stella del Cska Mosca allenato da Leonid Sluckij. Arrivato in Russia a gennaio con un contratto principesco (6 milioni di euro per 4 anni), con il suo sinistro la scorsa stagione ha trascinato il Cska ai quarti di finali di Champions segnando il gol vittoria su punizione contro il Siviglia. Con la maglia della sua nazionale invece ha portato il Giappone agli ottavi di finale nell'ultimo mondiale sudafricano (eliminazione arrivata solo ai rigori contro il Paraguay) realizzando 2 gol, contro Camerun e Danimarca, in 4 partite.
In nazionale ha giocato con lui parecchie volte Takayuki Morimoto, attaccante del Catania. «Ho giocato con Honda nelle Nazionali under 18, 20, 23 ed in quella Olimpica - afferma Morimoto - lui è un grande trequartista, gli piace giocare vicino alla porta e preferisce più fare gol che assist. Ha un gran sinistro che ama sfruttare soprattutto sui calci piazzati». Nella stagione in corso Honda ha messo a segno tre reti in campionato ed è ancora a secco in Europa. C'è da dire però che quest'anno il tecnico russo nel suo 4-4-2 lo utilizza prevalentemente sull’esterno, a destra o a sinistra, mentre nella stagione passata Honda giocava più vicino alla porta come trequartista o addirittura come punta nel 4-2-3-1.
La versione integrale dell’articolo sul Giornale di Sicilia oggi in edicola (20 ottobre 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati