La soluzione più trendy? La stampa “selvaggia”

Da Balmain a Dolce e Gabbana il simbolo per eccellenza del lusso, quella maculata, tanto in voga negli anni Sessanta e Settanta, ancora prima negli anni Trenta, ha contagiato tutti gli stilisti

Sicilia, Moda e Bellezza

PALERMO. Pronte per il cambio stagione? Se state pensando al nuovo guardaroba sappiate che la soluzione più “trendy” per l’inverno che verrà è il macchiato. La “stampa animalier”, infatti,  sembra non conoscere “letargo” e stagione dopo stagione continua a dettare moda anche per l’inverno che verrà.
Amata e odiata, simbolo per eccellenza del lusso, la stampa “selvaggia”, quella maculata per eccellenza, tanto in voga negli anni Sessanta e Settanta, ancora prima negli anni Trenta, ha contagiato tutti gli stilisti: da Etro a Bailmain, da Roberto Cavalli a Dolce e Gabbana, da Blumarine a Emanuele Ungano. Si riconferma un desiderio di lusso, aggiornato e corretto in una riedizione più soft e sofisticata.
Così, la felino mania compare su cappotti, bluse, giacche, abiti, trench, pantaloni e gonne per un’anima bon-ton, mentre diventa subito “glam” per gli accessori: stivali, borse, foulard, guanti, cappelli e persino collant. Splendido per il giorno, da abbinare alla pelle, perfetto per la sera se in coppia al nero o all’oro. La “stampa animalier” sta bene a tutte: alle bionde e alle more e soprattutto a chi ha la pelle dorata.
In total look o in versione accessori quest’anno il “dècor animalier” trionfa nelle passerelle autunno-inverno 2010.
Oramai è deciso. La parola d’ordine per quest’anno è graffiare: per lasciare il segno e non passare inosservate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati