Lavori alla condotta, Caltanissetta resta senz’acqua

Oggi è l'ultimo giorno di distribuzione prima del prolungato black-out che colpirà oltre mezza provincia. Rubinetti a secco per almeno tre giorni

CALTANISSETTA. Oggi è l'ultimo giorno di distribuzione prima del prolungato black-out che colpirà oltre mezza provincia. La fornitura verrà sospesa in toto in dodici comuni (Caltanissetta, Acquaviva, Mussomeli, Campofranco, Sutera, MOntedoro, Milena, Bompensiere, Serradifalco, San Cataldo, DElia e Sommatino) e parzialmente in altri del versante orientale della provincia (Riesi e Mazzarino) che potranno contare sull'apporto del Blufi.
A causare la lunghissima sospensione i lavori "non più rinviabili" che Siciliacque ha programmato in punti diversi della condotta Fanaco (i teritori interessati sono Cammarata, Montedoro e Canicattì) rimasto l'unica fonte di approvvigionamento per quasi tutti i comuni del Nisseno e dell'Agrigentino.
Il fermo tecnico sarà di tre giorni, ma sul ripristino della distribuzione (nel capoluogo prevista venerdì mattina) si nutrono seri dubbi. Caltaqua ha varato un piano per fronteggiare le inevitabili emergenze e metterà a disposizione quattro autobotti. L'acquedotto Fanaco verrà fermato domattina alle 8 e questa mattina sarà fatta l'ultima distribuzione in città a Balate e nelle cosiddette fasce esterne (via San Giovanni Bosco, Santa Barbara, zona Sanatorio, via Paladini e dintorni) poi il black-out completo.
Altri dettagli nell’edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati