Bombardini: spero in un pari

L'ex giocatore del Palermo e del Bologna si mantiene neutrale: rosanero favoriti, ma non sarà semplice

PALERMO. Un pareggio per accontentare testa e cuore. Davide Bombardini da addetto ai lavori vede il Palermo favorito sul Bologna, ma i sentimenti lo spingono ad augurarsi un pari. Lui che ha giocato tre anni in rosa, dal '99 al 2002, e due e mezzo con i felsinei, ci introduce alla sfida di oggi del Barbera. «Il Palermo - afferma Bombardini - mi piace molto per il gioco che esprime. L'ho visto contro Juventus e Fiorentina e mi ha impressionato. Pastore non è più una novità, mentre Hernandez la prima volta che l'ho visto giocare ho detto: “Questo diventa forte forte”. Quello che mi ha sorpreso più di tutti è Ilicic, che non conoscevo. Anche se il mio preferito rimane sempre Fabrizio Miccoli. Dove può arrivare il Palermo? Secondo me dopo Inter, Milan e Juventus i rosa insieme a Lazio e Roma si giocheranno il quarto posto utile per i preliminari di Champions». La squadra di Rossi è ancora in cerca della prima vittoria casalinga in campionato. «E col Bologna non sarà facile - dice il doppio ex della sfida di oggi - perché i rossoblu sono una squadra solida. Hanno una buona difesa, finora i gol se li son fatti da soli (sorride alludendo ai tre autogol delle prime gare, ndr). Semmai gli manca qualcosa in attacco. Per questo penso che cercheranno di chiudersi con 10 giocatori dietro alla linea della palla e lasceranno il solo Di Vaio là davanti cercando di colpire con qualche ripartenza. Mi auguro che la squadra di Malesani possa ottenere una tranquilla salvezza». Nonostante le 36 primavere Bombardini non ha perso gli stimoli e al momento gioca in serie B con l'Albinoleffe.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati