Forestali precari, mille licenziamenti ad Agrigento

La decisione della Regione dopo la fine della stagione degli incendi in Sicilia. Oggi protesta a Palermo

AGRIGENTO. La stagione antincendio del corpo Forestale è finita. Con circa venti giorni di anticipo rispetto alle centotrenta giornate lavorative concordate, ieri, in maniera improvvisa, l’ispettorato regionale forestale ha comunicato ai mille lavoratori agrigentini che da domani in poi potranno restarsene a casa.
«Il dipartimento Foreste e la Regione – ha spiegato nel tardo pomeriggio di ieri, dopo aver acquisito la notizia, il responsabile della Fai Cisl di Agrigento Stefano Iacono – non li ha autorizzati a continuare il servizio ». La notizia ha immediatamente creato malumori e proteste soprattutto per quanti vivono di questo lavoro stagionale.
E per oggi è stata programmata una manifestazione di protesta davanti alla sede palermitana del dipartimento regionale Foreste.
La richiesta ufficiale delle sigle sindacali, per questi 903 lavoratori agrigentini, era di passare da quelle che quest’anno avrebbero dovuto essere 130 giornate lavorative a ben 151. Invece, quasi come una beffa, saranno costretti a fermarsi a 110 giornate.
Altri dettagli nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati