Agrigento, truffa sui finanziamenti della Regione: sequestri e denunce

Sigili a un appezzamento di 75 ettari, per un valore di 500 mila euro, sono stati apposti dagli uomini della guardia di finanza

AGRIGENTO. Un appezzamento di 75 ettari di terreno con un fabbricato rurale, per un valore di circa 500 mila euro, è stato sequestrato da militari della Guardia di finanza di Agrigento nell'ambito di indagini su un finanziamento regionale di 750 mila euro per la costruzione di una strada interpoderale.    


Investigatori delle Fiamme gialle hanno anche denunciato quattro persone, a vario titolo, per truffa allo Stato e alla Regione e emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti. Il sequestro è stato eseguito su disposizione del Gip di Agrigento, che ha accolto una richiesta del sostituto procuratore Giacomo Forte.    Secondo l'accusa, un'associazione senza fini di lucro, della un'imprenditore agricolo, originario di Canicattì, è socio e rappresentante legale, avrebbe beneficiato illecitamente del contributo per la realizzazione della strada, il cui valore era di milione di euro. La condizione per l'accesso al contributo era che il 25% dell'opera fosse finanziato dai soci. Secondo quanto accertato, attraverso una serie di trasferimenti di denaro e fatture per operazioni inesistenti, sarebbero state simulate operazioni di versamento da parte dei soci, che avrebbero consentito all'associazione di avere accesso al finanziamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati