A Palermo corso sulla gestione dei beni confiscati

PALERMO. Partirà domani (venerdì 15 ottobre) con un dibattito sulla gestione dei beni confiscati e con la consegna di una targa di solidarietà al procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone, vittima di intimidazioni, il primo corso di alta formazione in Italia sulla gestione dei beni confiscati, organizzato dal dipartimento Dems dell'università di Palermo in collaborazione con la Procura nazionale antimafia, con l'Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati e con il sostegno dell'Onu-Unicri. Alla presentazione del corso parteciperanno, tra gli altri, il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, il direttore dell'Agenzia nazionale Beni confiscati Mario Morcone, il   procuratore di Palermo Francesco Messineo, i magistrati Sergio Lari e Roberto Scarpinato, il prefetto e il questore. Nel pomeriggio l'apertura del corso, con Alberto Alessandri della Bocconi di Milano, Franco Cassano del Csm, Silvana Saguto, presidente del Triibunale della misure di prevenzione di Palermo, Costantino Visconti dell'università di Palermo.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati