Servizi sociali carenti, a Palermo un gazebo per la raccolta firme

PALERMO. Servizi socio sanitari al collasso in Sicilia tanto da portare i sindacati a una petizione popolare per chiedere al governo regionale una legge delle politiche sociali e sulla non autosufficienza. L’appuntamento è per giovedì 14 ottobre, in via Magliocco a Palermo con un gazebo, per consentire agli anziani della città di firmare il documento.
L’iniziativa è portata avanti insieme da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp Sicilia, le tre sigle di categoria dei pensionati che fanno capo rispettivamente ai sindacati confederali. La petizione potrà essere firmata dagli anziani delle tre sigle sindacali.
Il gazebo sarà attivo dalle 9 del mattino fino a sera.
“In Sicilia – dice Carmelo Raffa, segretario generale della Fnp Cisl Sicilia – non è stata recepita la legge 328 del 2000 che prevede un sistema integrato di servizi socio-sanitari. C’è un dato che dimostra quanto sia urgente l’entrata in vigore di questa legge: un malato cronico in ospedale costa alle casse pubbliche 800 euro al giorno, se fosse assistito a casa ne costerebbe appena 70. Non possiamo farci imbrigliare dalla politica, ecco il perché di una petizione popolare. Dobbiamo muoverci partendo dalla gente, andando nei luoghi dove vive”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati