Dottorando suicida, fiaccolata a Palermo

Ricordato Norman Zarcone, il giovane che si é ucciso lanciandosi il 13 settembre scorso da un terrazzo della Facoltà di Lettere di Palermo

PALERMO. Una messa e una fiaccolata si sono svolte questa sera a Palermo per ricordare Norman Zarcone, 27 anni, il giovane dottorando in Filosofia del linguaggio, che si é suicidato lanciandosi il 13 settembre scorso da un terrazzo della Facoltà di Lettere di Palermo, morendo sul colpo.
Ad un mese dalla sua scomparsa nel pomeriggio è stata celebrata una funzione religiosa nella chiesa San Giovanni Bosco. Poi gli amici del giovane hanno promosso una fiaccolata sino al Rettorato. Nel chiostro sono stati ricordati "l'impegno e il senso di libertà di Norman". Alcuni artisti si sono esibiti suonando brani di musica dal vivo, altri hanno letto poesie. Alla fine è stato proiettato un video dedicato al giovane dottorando diviso in due parti: la prima, dedicata a Falcone e Borsellino, per i quali Norman aveva composto la canzone "Un cielo senza stelle" e una seconda parte con immagini del ragazzo nella sua quotidianità. Diffusa anche una colonna sonora composta prima di morire da Norman con Gabriele Confaloni, per un cortometraggio.
"Non è casuale che questo sia accaduto nel cortile di Palazzo Steri, sede del Rettorato - dice Claudio Zarcone il padre di Norman -, perché l'Università tutta non può non piangere, al di là di ogni problema intrinseco, un suo figlio morto per ribadire (é ovvio, senza nessun elogio del suicidio) la sua romantica idea di libertà, quantunque il suo gesto abbia lacerato e distrutto un'intera famiglia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati