Ciancimino jr: “Mai manipolato documenti”

PALERMO. "Sono stato io stesso a dire ai pubblici ministeri di Palermo che il documento in cui si leggono, da un lato i miei appunti, dall'altro lo scritto di mio padre, era frutto della sovrapposizione di due fogli fotocopiati insieme. Quindi lungi da me qualunque dolosa manipolazione".
Lo ha detto Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco mafioso Vito. Ciancimino si riferisce al documento oggetto della deposizione di due poliziotti della Scientifica che hanno, per i pm, effettuato la consulenza grafologica sugli scritti consegnati ai magistrati dal figlio di don Vito. Gli esperti, deponendo al processo Mori, l'hanno definito un collage.
"E' palese - ha aggiunto - che si tratti di due fogli diversi uniti in una fotocopia. Se uno vuole manipolare un documento certo non lo fa così. Quello era solo un promemoria per il libro che avrei dovuto scrivere".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati