Studenti arrestati, corteo liceali verso il tribunale

Dopo un'assemblea, stamattina rappresentati del liceo Umberto hanno deciso di raggiungere il Palazzo di Giustizia; a loro si uniranno anche quelli del Cannizzaro e Garibaldi

PALERMO. Alcune centinaia di studenti medi di Palermo sono di fronte al Tribunale di Palermo, dove il gip terrà l'udienza di convalida dell'arresto di tre universitari, fermati dalla Digos sabato scorso durante un presidio antifascista davanti al liceo Umberto con l'accusa di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata.    Dopo un'assemblea, stamattina gli studenti del liceo Umberto hanno deciso di raggiungere in corteo il Palazzo di Giustizia; a loro si uniranno anche gli studenti dei licei Cannizzaro e Garibaldi. 


Davanti il Tribunale, oltre a circa 300 liceali che stanno manifestando sotto la pioggia, ci sono anche i genitori degli studenti arrestati e denunciati dalla polizia e alcuni rappresentanti di partiti, movimenti e associazioni di sinistra che chiedono il rilascio dei tre universitari arrestati.  All'Assemblea organizzata stamattina nel liceo classico Umberto hanno partecipato anche i genitori degli alunni.



La Digos era intervenuta su richiesta del preside dell'Umberto che temeva scontri davanti l'istituto dove era in corso il presidio organizzato dalla rete 'Red block'. La tensione tra i manifestanti e la polizia è salita dopo che gli agenti hanno chiesto ai ragazzi i documenti e la consegna degli striscioni, in quanto la manifestazione non era autorizzata. Al rifiuto dei ragazzi c'é stato un parapiglia, alcuni agenti si sono fatti refertare per contusioni.     Oltre ai tre arrestati, la polizia ha denunciato altri tre ragazzi, tra cui un minorenne che sabato scorso sono stati trattenuti per quasi otto ore in Questura, e poi rilasciati.



© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati