Maltempo, difficili i collegamenti con le isole minori

Ripresi i trasporti per le Eolie ma la situazione rimane complicata a causa del mare. Duecento persone bloccate a Pantelleria

LIPARI. Continua l'allerta maltempo in Sicilia, e a farne le spese sono sopratutto le isole minori. Sono ripresi i collegamenti marittimi da e per le Eolie, anche se ci sono problemi per l'attracco. A Lipari, gli aliscafi della Siremar e della Ustica Lines continuano ad attraccare nello scalo alternativo di Punta Scaliddi; per lo scirocco è ancora inagibile l'approdo a giorno. Per Panarea, Stromboli, Ginostra, Alicudi e Filicudi sono ripresi i collegamenti con gli aliscafi, ma si attracca con difficoltà per la precarietà delle strutture portuali. Regolari i traghetti della Siremar e della Ngi da e per Milazzo anche se la banchina di sottomonastero a Lipari per metà è interdetta e quindi non mancano i problemi per l'attracco e la sosta dei mezzi. Le uniche corse che sono saltate sono state quella delle 6,30 del traghetto Siremar da Lipari per Milazzo e delle 7 dell'aliscafo della società di Stato sempre per la città del Capo. L'aliscafo della Ustica Lines invece da Lipari per Messina è partito con un po' di ritardo ma ha assicurato la corsa.


Oltre 200 passeggeri sono bloccati da due giorni nell'aeroporto di Pantelleria (Tp), dove a causa del maltempo la compagnia Meridiana, che opera i collegamenti, ha modificato i piani di volo. Ieri pomeriggio è decollato solo un veivolo; molti passeggeri, tra cui un gruppo di persone di ritorno da un matrimonio celebrato nell'isola, attendono di poter fare rientro a casa. Bloccati anche i traghetti in partenza per le due isole sono rimasti fermi nei porti di Trapani e Porto Empedocle. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati