Il difensore: non c'era gravità

L'avvocato Lanfranca: mancavano i presupposti della pericolosità sociale

PALERMO. "Il giudice ha ritenuto l'arresto illegittimo perché deciso in assenza dei presupposti della gravità del fatto e della pericolosità sociale degli arrestati". Lo ha detto l'avvocato Fabio Lanfranca che ha difeso i tre giovani palermitani arrestati sabato durante una manifestazione antifascista davanti al liceo Umberto e scarcerati dal giudice che non ha convalidato l'arresto.     
"Non essendoci stata la convalida - ha aggiunto il legale - il processo per direttissima, prescritto in caso di arresto in  flagranza, non è stato celebrato e gli atti sono tornati al pubblico ministero perché valuti la posizione degli indagati".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati